Posts Tagged ‘Martell Cordon Bleu

04
Lug
14

Degustazioni – Martell Cordon Bleu

La maison Martell è tra le più antiche case di cognac esistenti: il suo capostipite Jean Martell proveniente dalla normanna isola di Jersey ha fondato la sua attività a Cognac nel primo decennio del 1700. Oggi l’azienda appartiene al gruppo multinazionale Pernod – Ricard. Martell è una delle Big Four, le quattro aziende che si spartiscono il mercato globale del cognac, e come le altre ha impressionanti stock di vecchi distillati,ed uno stabilimento che forma una vera città nella città di Cognac. Fino al 1951 assieme alla maison Hennessy aveva il privilegio di fissare i prezzi del cognac appena distillato, e quindi di dominare il mercato.

Cognac Cordon Bleu - maison Martell - Cognac

Cognac Cordon Bleu – maison Martell – Cognac

I suoi prodotti si trovano in tutto il mondo. Martell ha uno stile riconoscibile, fa cognac asciutti e floreali, distillati senza fecce, in cui le acquaviti delle Borderies hanno un ruolo importante. La Martell ha importanti proprietà in questo piccolo pregiato cru. La gamma comprende tutti i prodotti possibili, dal semplice VS fino a l’Or de Jean Martell, il loro costosissimo Extra in lussuoso decanter di cristallo.

Denominazione: Cordon Bleu
Produttore: Martell – Cognac
Tipo di produttore: Négociant
Cru: Assemblage
Qualità: XO
Particolarità: Borderies dominanti nel blend
Gradazione: 40°
Invecchiamento: >20 anni
Vitigni: Ugni blanc

Reperibilità:  facile
Prezzo: € 110 – 150 (2014)

Note gustative

Colore: ramato intenso; aroma fruttato rotondo con note dolci di legno, alcolicità pressoché assente, montant delicato e avvolgente; gusto armonioso, il legno dolce prevale su un fruttato ben aromatico e maturo, leggermente alcolico; discreta espansione in bocca; retrogusto mediamente persistente. Equilibrio: ben bilanciato tra naso e bocca.

Cognac di buona fattura, potrebbe dare più di quanto promette al naso: ma è comunque un bere piacevole. Per alcuni appassionati, me compreso, il CB è stato, per la sua facile reperibilità, la porta di ingresso ai cognac di qualità superiore.Le Borderies si avvertono protagoniste dell’assemblage, con la loro caratteristica floralità ed il gusto vagamente terroso – oleoso, di noce. Il Cordon Bleu è il cognac più celebre tra i prodotti di alta gamma delle grandi maison, un classico ormai secolare. Il prezzo (oltre la media per la tipologia) incorpora una buona parte dei costi di marketing e pubblicità, come è regola delle Big Four.

Scheda di degustazione

Aroma
1. Fruttato / vinosità: 4
2. Aroma di legno (quercia): 4
3. Alcolicità: 5                      (1= prevalente)  (6= minima)

Gusto
1. Astringenza: 4                 (1= prevalente)  (6= minima)
2. Dolcezza: 4
3. Rancio: 3
4. Ricchezza: 4
5. Corpo (pienezza): 3

Retrogusto (lunghezza): 3
Equilibrio aroma/gusto: 4

Giudizio complessivo 38 / 60

Voti: 1= assente 2= scarso 3= mediocre 4= buono 5= molto buono 6= ottimo

© 2014  il farmacista goloso (riproduzione riservata)

24
Feb
12

Un cognac… centenario! Martell Cordon Bleu

Quest’anno ricorre il centenario per il più celebre cognac di qualità superiore: nel 1912 infatti la maison Martell creava il Cordon Bleu, uno dei primi cognac upmarket di largo consumo, rivolto ad una clientela esigente.

Il suo creatore, Edouard Martell, rivelando un acuto senso del marketing, che costituirà poi molto del lavoro delle Quattro Grandi case che sono leader del mercato (le altre tre, Courvoisier, Hennessy e Remy Martin), aveva già bene in mente il cliente tipo per questo cognac sopra la media: conoscitore e benestante. Infatti il battesimo di questo celebre blend, conosciuto e giustamente apprezzato dagli amatori di cognac in tutto il mondo, è stato tenuto all’altrettanto celebre Hotel de Paris a Montecarlo due anni dopo la nascita. La celebrazione del centenario, tra Monaco e Singapore, mostrerà di cosa è capace il marketing di una grande Casa del cognac.

I festeggiamenti all’ Hotel de Paris a Monaco per il centenario del Cordon Bleu Martell

È notevole il fatto che pur dopo un secolo, la bottiglia di questo cognac abbia ancora la forma originale, e che il blend mantenga il nome e le caratteristiche che l’hanno reso famoso. Nessun alcolico di larga diffusione può vantare questo invidiabile primato di longevità.

Punto di forza del Cordon Bleu è la sua composizione, in cui le acquaviti provenienti dalle Borderies sono le più rappresentate. La casa Martell acquista e distilla una parte importante del suo cognac da questo cru, e ne va giustamente orgogliosa. I cognac delle Borderies hanno la piacevole caratteristica di formare delle acquaviti di buona struttura e altrettanto buona delicatezza, in una parola complete.

In questo blend, composto da ben più di un centinaio di cognac di origini diverse, e dall’età media di 20-25 anni, si rivela un buon equilibrio tra le note fruttate e gli aromi del legno; il risultato è un cognac armonioso e rotondo, di buon corpo ma facile, che mette d’accordo quasi tutti. È raro trovare a chi non piaccia; per me, come credo per parecchi conoscitori, è stato il primo cognac importante, e porta di ingresso in un mondo che da più di 25 anni non smette di appassionarmi; ancora oggi tengo il Cordon Bleu tra le mie bottiglie, e ne bevo sempre volentieri.

La bottiglia di Cordon Bleu Martell per l’edizione del centenario della sua creazione

In tanti anni questo cognac è stato protagonista di eventi più o meno importanti della storia, come essere servito durante la stesura del Trattato di Versailles nel 1920, nella crociera inaugurale del transatlantico inglese Queen Mary nel 1936, che conquisterà poi il prestigioso trofeo navale di velocità, il Nastro Azzurro (Cordon Bleu, appunto!), prima detenuto dall’italiano Rex, e molti anni dopo nei viaggi del Concorde da Parigi a New York, o nel ristorante del rinato e fascinoso treno Orient Express; insomma sempre presente in un mondo lussuoso e dorato.

Oggi viene riproposto in un’edizione limitata per il centenario, con un prezzo non proprio abbordabile da oltre mille fino a quasi quattromila dollari per bottiglia (creata da Boucheron), ed una più popolare con il sigillo del centenario. Potenza (e follia) del marketing!




Contatto / email

cognacecotognata (@) virgilio (.) it

Insert your email to follow the updates

Archivi

maggio: 2017
L M M G V S D
« Apr    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Avvisi legali / legal stuff

Questo blog è protetto dal diritto d'autore © (Legge 22 aprile 1941 n. 633).
E' vietato ogni utilizzo commerciale e non commerciale del contenuto, senza consenso dell'autore.

This blog is copyrighted.
© All rights reserved.

Le IMMAGINI appartengono ai rispettivi proprietari e sono pubblicate su licenza. Nel caso di aventi diritto non rintracciabili, contattare il sito per l'eventuale rimozione.

Questo blog viene aggiornato a capriccio dell'autore, quindi non può essere considerato prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001.

Gli articoli pubblicati non sono destinati ad un pubblico di età minore, né intendono incentivare il consumo di alcolici.

Ogni opinione pubblicata è frutto di libera espressione e non ha finalità commerciale alcuna.

NOTA PER IL LETTORE
La pubblicità che può comparire su questo blog non è volontà dell'autore, ma generata automaticamente dalla piattaforma ospitante. Vogliate scusare il disagio.