Archivio per dicembre 2016

25
Dic
16

5 anni con i miei lettori

Cari lettori, oggi non è solo Natale, ma anche il quinto compleanno di questo blog.

Cinque anni trascorsi nel mondo digitale sono un’era geologica: si è molto fortunati e molto vecchi a sopravvivere così a lungo in Rete.

brandy

Brandy dal mondo – da http://www.cocktailhunter.com

Cosa è successo in questo tempo? Vi ho narrato (quasi) tutto del cognac, voi siete cresciuti di numero mese dopo mese e anno dopo anno, sebbene su questo blog si scriva di distillati di vino, e non di whisky, di rum o di moda. C’è chi ci arriva per caso, chi cerca solo informazioni, e anche chi diventa lettore affezionato. Vi ringrazio tutti, anche se farlo singolarmente sarà impossibile, ormai siete circa 250-300 al giorno.

Ho iniziato un po’ a tentoni, ho divagato talvolta scrivendo di qualcosa che mi piace, di cucina e di birra, ma la mission del blog è sempre stata di raccontarvi gli spiriti di vino e un po’ del mondo che ci gira attorno: dapprima con il cognac, poi col suo cugino di campagna, l’armagnac, e infine andando in giro per il mondo a scovare brandy dovunque ci sia uva, senza dimenticare casa nostra, e qualche altro liquore curioso. Abbiamo viaggiato insieme virtualmente in Spagna, in Armenia, in Ucraina e nel confinante “Paese Che Non C’è”, la Transnistria, in California, in Uruguay, in Bolivia ed in Perù, in Israele ed in Sudafrica, e vi ho portato, pensate un po’, pure ad Avellino. Ma anche ad Oslo, a Manhattan e a Parigi.

E sempre cercando di fare un po’ di divulgazione, di aprire orizzonti, di incuriosirvi, se non di far amare il cognac e gli spiriti di vino a chi non li conosce, e di dare gli strumenti a chi è professionista per essere un po’ più professionale in questo campo ingiustamente dimenticato da noi italiani. Spero di esserci, almeno in parte, riuscito.

alambicco

Un moderno alambicco artigianale

Quante cose vi ho descritto in questi cinque anni? Tra liquori e distillati, anche oltre quelli di vino, la curiosità e gli assaggi non mi hanno mai stancato. L’alcool avvelena, è vero, ma per fortuna ci mette del tempo!

Vi ho già spiegato che da un po’ collaboro con un blog a molte mani, ben più celebre di questo, e quindi una parte delle storie che scrivo, e che non trovate più qua, potete leggerle di là. Ma non mi dimentico di questa mia piccola creatura alcolica, così come non mi dimentico dei miei lettori.

Buon Natale !

04
Dic
16

Degustazioni – cognac Tesseron XO Perfection – Lot n°53

Denominazione: XO Perfection – Lot n°53

Produttore: TESSERON Sarl – Chateauneuf sur Charente

Tipo di produttore: négociant

Cru: Grande Champagne

Qualità: Extra

Gradazione: 40°     

Invecchiamento: “più di due generazioni” secondo l’azienda (oltre 40 anni?)

Vitigni: Ugni blanc, Colombard

Prezzo : € 150-200.

Reperibilità: importato da Gaja Distribuzione.

Cognac

La cripta della chiesa adibita a cantina – dal sito aziendale http://www.tesseroncognac.com

Profilo aziendale: la maison Tesseron ha iniziato la sua attività come affinatore e grossista di cognac invecchiati, prima di acquisire una tenuta. Fornisce cognac di elevata maturità alle grandi maison per rifinire i loro assemblaggi più pregiati, possedendo riserve favolose. I cognac più invecchiati sono custoditi nella scenografica cripta di una chiesa sconsacrata del XII° secolo. Oggi la Casa assembla e vende una parte delle proprie acquaviti, chiamandole con un numero che ne indica all’incirca gli anni in cui sono state distillate, o con un nome evocativo per le riserve più preziose: Légende, Trésor, Extreme.classique53

SCHEDA DI DEGUSTAZIONE

Note gustative: colore ambrato con riflessi mogano; aroma: primo naso leggermente speziato, poi aroma dolce di frutti maturi con vivaci sentori di Madeira, più tardi quasi minerale, tipico di un cognac venerando; alcolicità minima, discreto montant; gusto: poco alcolico, poi rotondo, asciutto, con note speziate, di madeira e di tannini austeri, più elegante che complesso; buona dolcezza dal lungo contatto col legno; retrogusto: moderatamente persistente. Equilibrio: corretto per la sua età.

Cognac in apparenza leggero, che non sembra dimostrare la sua età veneranda; gioca in finezza meglio che in profondità, rivelando una freschezza inaspettata. Buona introduzione ad un cognac stravecchio per chi non ha esperienza di degustazione.

Valutazione sintetica

Aroma                                     

  1. Fruttato / vinosità: 4
  2. Aroma di legno (quercia): 3
  3. Alcolicità: 6       (1=prevalente) (6=minima)

Gusto

  1. Astringenza: 5    (1=prevalente)  (6=minima)
  2. Dolcezza: 5
  3. Rancio: 2
  4. Ricchezza: 3
  5. Corpo (pienezza): 3

Retrogusto (lunghezza): 2

Equilibrio aroma/gusto: 4

Giudizio complessivo:    37/ 60

Voti: 1= assente 2= scarso 3= mediocre 4= buono 5= molto buono 6= ottimo

© 2016 il farmacista goloso (riproduzione riservata)




Contatto / email

cognacecotognata (@) virgilio (.) it

Insert your email to follow the updates

Archivi

dicembre: 2016
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Avvisi legali / legal stuff

Questo blog è protetto dal diritto d'autore © (Legge 22 aprile 1941 n. 633).
E' vietato ogni utilizzo commerciale e non commerciale del contenuto, senza consenso dell'autore.

This blog is copyrighted.
© All rights reserved.

Le IMMAGINI appartengono ai rispettivi proprietari e sono pubblicate su licenza. Nel caso di aventi diritto non rintracciabili, contattare il sito per l'eventuale rimozione.

Questo blog viene aggiornato a capriccio dell'autore, quindi non può essere considerato prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001.

Gli articoli pubblicati non sono destinati ad un pubblico di età minore, né intendono incentivare il consumo di alcolici.

Ogni opinione pubblicata è frutto di libera espressione e non ha finalità commerciale alcuna.

NOTA PER IL LETTORE
La pubblicità che può comparire su questo blog non è volontà dell'autore, ma generata automaticamente dalla piattaforma ospitante. Vogliate scusare il disagio.