11
Set
14

birra – achel blond

Achel Blond

Una bottiglia di Achel blond – 8°

La birra Achel viene prodotta dal monastero trappista di Achel (Brouwerij der Sint-Benedictusabdij de Achelse Kluis) presso Hamont, sul confine tra Belgio ed Olanda, circa a metà strada tra Maastricht e Eindhoven. L’abbazia, un tempo benedettina e faro cattolico in terre protestanti, venne chiusa in epoca napoleonica, e rifondata nel 1846 dai monaci di Westmalle come eremo cistercense.

La produzione di birra è stata interrotta nel 1914 ma ripresa nel 1999;  con giusto orgoglio i frati dichiarano l’assenza di zuccheri ed aromi aggiunti, per una birra pura, chiara e dissetante. Ne vengono prodotte alcune qualità, secondo le ricette di frate Thomas, un birraio di Achel, che aveva imparato nelle abbazie di Westmalle e Rochefort, somme scuole brassicole trappiste! Abbiamo quindi la Achel blond e la bruin, a 8°, disponibili in bottiglia, e alla spina presso il monastero ma a 5°; mentre solo in bottiglia da 75cl le Achel blond e bruin extra a 9,5°.

Il risultato non è modesto: la Achel blond si presenta bionda dorata chiara, con un impressionante cappello di schiuma a grana media molto persistente, dal quale si alzano profumi di ananas e banana; lo stile è riconducibile alle blond trappiste, di cui la nostra è il capostipite. L’attacco in bocca è sorprendentemente dolce, soave, ma svela presto note maltate complesse tra il fruttato e lo speziato, bilanciate da una fresca luppolatura . La carbonatazione è piacevolmente fine, mentre il luppolo si rivela meglio nel retrogusto, ben dosato e mai invadente. A tratti compare una lievissima acidità che può ricordare la Orval. Corpo pieno, equilibrato, totalmente appagante. Marcatamente amaro e luppolato il fondo di lieviti, si gusta agitando l’ultimo dito di birra rimasto apposta nella bottiglia. Ottimo equilibrio tra le varie componenti.

Birra eccezionalmente piacevole e fine, una grande blond di facile beva, ma che rivela doti aromatiche di grande carattere. Unica nota di biasimo, l’alcolicità che taglia le gambe dopo averla bevuta. Ma si sa, è un peccato di tutte le birre belghe.

Gradazione: 8°

Reperibilità: difficile

Conservazione: 3-5 anni

Prezzo: variabile!  € 2,5 – 4,4

Advertisements

0 Responses to “birra – achel blond”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Contatto / email

cognacecotognata (@) virgilio (.) it

Insert your email to follow the updates

Archivi

settembre: 2014
L M M G V S D
« Lug   Ott »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Avvisi legali / legal stuff

Questo blog è protetto dal diritto d'autore © (Legge 22 aprile 1941 n. 633).
E' vietato ogni utilizzo commerciale e non commerciale del contenuto, senza consenso dell'autore.

This blog is copyrighted.
© All rights reserved.

Le IMMAGINI appartengono ai rispettivi proprietari e sono pubblicate su licenza. Nel caso di aventi diritto non rintracciabili, contattare il sito per l'eventuale rimozione.

Questo blog viene aggiornato a capriccio dell'autore, quindi non può essere considerato prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001.

Gli articoli pubblicati non sono destinati ad un pubblico di età minore, né intendono incentivare il consumo di alcolici.

Ogni opinione pubblicata è frutto di libera espressione e non ha finalità commerciale alcuna.

NOTA PER IL LETTORE
La pubblicità che può comparire su questo blog non è volontà dell'autore, ma generata automaticamente dalla piattaforma ospitante. Vogliate scusare il disagio.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: